Comitato di Presidenza di Forza Italia - 18 novembre 2020

Il Comitato di Presidenza di Forza Italia ha approvato la relazione del Presidente Berlusconi e il seguente documento, che la riassume.

“In un’ora grave per il paese, nella quale la drammatica situazione sanitaria determina lutti e sofferenze e ha innescato una crisi economica dalle conseguenze molto serie per tutti gli italiani, addirittura insopportabili per alcune categorie, Forza Italia lancia un estremo appello all’unità sostanziale della Nazione.

E’ il momento del senso di responsabilità istituzionale, dello spirito costruttivo di tutti per far fronte all’emergenza limitando i danni per quanto possibile e preparando le condizioni per ripartire.

Questo non significa annullare le distinzioni politiche e di ruolo fra maggioranza e opposizione, che sono insormontabili e che ci collocano, per i nostri valori, la nostra storia, il nostro impegno con gli elettori, in alternativa alla sinistra in tutte le sue espressioni.

Per le stesse ragioni siamo profondamente diversi dai nostri alleati di centro-destra, con i quali tuttavia la collaborazione è leale e solida, basata su un progetto comune per l’Italia.

Forza Italia oggi, di fronte all’emergenza, mette da parte la polemica politica e le critiche, anche se legittime e giustificate dalle gravi inadempienze di chi, avendo responsabilità di governo, ha sottovalutato il rischio di una seconda ondata di contagi. Un rischio che tante volte avevamo denunciato per bocca del Presidente Berlusconi e di fronte al quale non sono stati adottati i provvedimenti necessari.

Chiediamo però oggi con forza a tutte le parti interessate, maggioranza e opposizione, ma anche al mondo della cultura, del lavoro, dell’impresa, della scienza, di mettere a disposizione le migliori energie, le migliori risorse: l’Italia ha bisogno di un grande sforzo collettivo per risollevarsi dall’emergenza.

Da parte nostra consideriamo necessario un percorso comune in Parlamento, non una semplice consultazione formale o la comunicazione di decisioni già assunte, come è accaduto fino ad oggi.

E’ necessario procedere con decisioni condivise – non certo un soccorso alla maggioranza di governo – su temi decisivi per rispondere alla crisi.

A tale condizione, Forza Italia è disposta a valutare il voto favorevole allo scostamento di bilancio e a migliorare con le proprie proposte per l’Italia una legge di bilancio vecchia e inadeguata.

A fronte di questo chiede però risposte efficaci all’emergenza sanitaria, all’emergenza economica, all’emergenza burocratica.

Sul fronte sanitario le chiusure non bastano: è necessario l’utilizzo immediato del MES per potenziare le strutture ospedaliere e meglio retribuire il personale sanitario, ma anche per preparare la rete di distribuzione e di somministrazione del vaccino, appena sarà disponibile, in modo immediato, capillare e gratuito per tutti. A tal fine Forza Italia darà vita ad una raccolta di firme in rete per chiedere al governo di superare ogni esitazione e impiegare finalmente le risorse che l’Europa ci mette a disposizione con il MES per la sanità

In materia economica è indispensabile un vero e proprio “anno bianco fiscale”, da marzo 2020 a marzo 2021, che sospenda e annulli tutti i pagamenti di tasse, tributi e cartelle esattoriali e al contempo è doveroso l’immediato pagamento dei debiti della pubblica amministrazione verso le imprese. Successivamente, con una seria politica di tagli fiscali, basata sulla flat tax, da applicare anche ai “colossi del web”, si dovrà garantire il ritorno alla redditività delle aziende e del lavoro dei professionisti per dare impulso vero alla ripresa.

Per colpa della lentezza burocratica, si corre il rischio di non poter utilizzare buona parte delle risorse del Recovery Fund nei tempi previsti. E’ necessario superare al più presto il regime delle autorizzazioni preventive, prevedendo solo controlli ex post, per consentire gli investimenti finanziati dal Recovery Fund e per far ripartire l’Italia.

Forza Italia con il ritorno in campo del presidente Berlusconi, che ha felicemente superato la malattia e la convalescenza, e con l’impegno diretto dei suoi dirigenti, dei suoi parlamentari, di tutti le articolazioni sul territorio, degli scritti e dei militanti è pronta ad affrontare questo momento difficile, consapevole della responsabilità di essere i soli a rappresentare in Italia, in modo compiuto e coerente i valori e i principi liberali, cristiani, garantisti, europeisti, i grandi ideai sui quali si fondano la cultura e la civiltà dell’Occidente.

Presenteremo sin da subito le nostre proposte per l’Italia e lo faremo attraverso una serie di conferenze stampa on line, organizzate anche su base provinciale dai nostri coordinatori regionali, coinvolgendo sul territorio Tv, stampa locale, categorie produttive e ordini professionali.

In questo spirito ci apprestiamo ad affrontare una stagione drammatica per il paese ed anche a preparare, con i nostri alleati del centro -destra, le difficili sfide elettorali amministrative e regionali di primavera, che noi consideriamo importante si possano svolgere alla scadenza naturale. Con loro, stiamo individuando i candidati migliori, al di là delle appartenenze di partito, per assicurare alle maggiori città italiane una guida finalmente all’altezza del momento”.

Altre notizie